fbpx

BIRRA DI RISO 500 ML ITALIANA UNA GARDANDA

COD: CO-0201 Categoria:

Descrizione

BIRRA AL RISO UNA GARLANDA:
La collaborazione tra l’az.ag.Una Garlanda e
Monastero di San Biagio inizia nel 2017.
Più del 90% del prodotto finale della birra è acqua,
infatti il processo da noi utilizzato è detto ad
“infusione” e quindi la qualità dell’acqua è molto
importante. Il primo elemento di distinzione della
birra al riso di Una Garlanda è l’acqua che giunge
dalla rinomata zona di Nocera Umbra e delle sue
acque ricche di storia e tradizione. Il dott.Felice Bisleri
arriva a Nocera Umbra, città termale, intorno alla fine
dell’ottocento, con la figlia affetta da gravi malattie
che, grazie all’uso dell’acqua di Nocera, guarisce. Da
questo suo vissuto pensa che molte altre persone
possano giovare dell’uso terapeutico delle acque di
Nocera. Diviene così uno dei promotori della vendita
in bottiglia delle acque, contemporaneamente lo fecero
anche la famiglia Mentasti a San Pellegrino. Ancora
prima ritroviamo accenni storici che ci riportano la
permanenza di San Francesco d’Assisi, presso i Bagni
di Nocera proprio l’ultima estate della sua esistenza
terrena. Era li per cercare solievo con le acque termali
di Nocera Umbra.
Per noi : “BUONA ACQUA FA’ BUONA BIRRA”.
Il riso semintegrale, coltivato dall’Azienda Agricola Una Garlanda in modo completamente naturale,
entra nella ricetta come grano succedaneo e va ad alleggerire principalmente il corpo della birra finale. Il
malto d’orzo, che è alla base della parte zuccherina, è invece proveniente dalla nostra azienda, con
terreni posti ad un’altitudine di 750/800 mt slm. La nostra produzione è di “orzo distico”, che seminiamo
in autunno e raccogliamo in agosto.
Il proceso : Per rendere disponibile l’amido del riso si procede facendo bollire un po’ di acqua con la
quantità necessaria di riso ( circa il 10% del volume totale di grani) questa operazione ci permette di far
lavorare in modo ottimale gli enzimi del malto d’orzo e disgregare l’amido del riso.
Per mettere in risalto il gusto del riso abbiamo usato dei luppoli non troppo marcati che provengono
entrambi dalla Germania e più precisamente dalla regione dell’ Hallertau.
Realizzato il mosto, composto da: malto d’orzo, riso, acqua e luppolo; questo viene posto in serbatoi
aperti, senza l’utilizzo di pressostato, quindi al mosto viene introdotto il lievito. Dopo diverse prove
abbiamo optato per un lievito ad alta fermentazione che cede alla birra finale una struttura completa.
Finita la fermentazione primaria, che dura circa 10-15 giorni, andiamo ad aggiungere malto di riso
(sempre fornito dall’az.ag. Una Garlanda) per la rifermentazione in bottiglia. Questo permette alla birra
di acquisire la sua particolare frizzantezza con un processo artigianale, che esclude le abituali aggiunte di
zucchero di canna o raffinato. La birra è stabile nel tempo e pronta per essere degustata!.
Consiglio per la corretta degustazione: La birra di riso Una Garlanda, presenta un normale deposito
creato dalla seconda fermentazione in bottiglia con il malto di riso. E’ consigliabile consumarla fresca,
stando attenti, prima di versarla nel bicchiere, a non scuoterla così da evitare l’intorbidimento.
Birrificio San Biagio

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Solamente clienti che hanno effettuato l'accesso ed hanno acquistato questo prodotto possono lasciare una recensione.